Viaggio nella vita di un rivoluzionario. Sócrates, Lula e il Brasile sotto dittatura

Colpi di tacco, visione di gioco, estro, fantasia. Sono caratteristiche che accomunano tutti i grandi calciatori brasiliani e come sempre, la nazionale verde oro, (ovvero il Brasile, la più titolata al mondo con cinque vittorie ai mondiali), anche quest’anno è tra le favorite alla vittoria finale ai Mondiali iniziati lo scorso giovedì 14 giugno e che si stanno disputando in Russia. Questa domenica, attraverso un libro uscito qualche anno fa, #letturesportive vi parla di un grande calciatore brasiliano che è stato anche il simbolo di una stagione politica nel Paese sudamericano: Sòcrates.

Continua a leggere “Viaggio nella vita di un rivoluzionario. Sócrates, Lula e il Brasile sotto dittatura”

Alfonsina Strada, la ciclista che salvò il Giro d’Italia

È stata la prima e unica donna che abbia partecipato al Giro d’Italia maschile. Anno 1924: Alfonsina Morini, poi Alfonsina Strada dopo il matrimonio con Luigi Strada. Nasce il 16 marzo del 1891 a Riolo di Castelfranco Emilia, da una famiglia povera e numerosa. A dieci anni scopre la bicicletta: una vecchia bici portata in casa dal padre qualche tempo prima. Sarà amore a prima vista. Negli anni successivi riesce ad allenarsi con regolarità correndo sulla via Emilia e ogni domenica gareggia con altre donne: in breve tempo arriva ad essere considerata la miglior ciclista italiana.

Continua a leggere “Alfonsina Strada, la ciclista che salvò il Giro d’Italia”

Rui Sousa, il campione senza vittorie più amato dai portoghesi

Foto di Luca Onesti tratta da C’era una Volta in Portogallo

Ci sono atleti che inseguono una vittoria durante tutta la loro carriera, senza mai riuscirci. Magari ci arrivano vicino, ma quella vittoria che sognano fin da bambini gli sfugge di mano per un soffio. L’emblema di questo prototipo di campione senza vittoria nel ciclismo è Rui Miguel Sousa Barbosa, chiamato dai cronisti sportivi semplicemente Rui Sousa.

Il ciclista lusitano, conosciuto in patria e praticamente sconosciuto fuori dai confini nazionali, è andato tante volte vicino alla vittoria finale della Volta a Portugal, la maggior competizione ciclistica a tappe portoghese che si svolge generalmente tra la fine di luglio e la prima settimana di agosto.

Continua a leggere “Rui Sousa, il campione senza vittorie più amato dai portoghesi”

Il Benfica contro la maledizione

Domani si gioca a Torino la finale di Europa Uefa League e la squadra allenata da Jorge Jesus, per la seconda volta consecutiva proverà a conquistare il trofeo. Lo scorso anno perse negli ultimi minuti contro il Chelsea. Il club di Lisbona, dopo aver eliminato in semifinale la Juventus, per aggiudicarsi l’Uefa League, dovrà battere un avversario molto difficile. Non il Siviglia, l’altra finalista, ma Béla Guttmann e la sua maledizione. Il tecnico ungherese vincitore dell’ultimo trofeo internazionale con il Benfica, correva l’anno 1962, lanciò infatti un anatema dopo che la squadra lusitana vinse la sua seconda Coppa dei Campioni di fila (aveva trionfato contro il Barcellona l’anno precedente) battendo nella finale disputata ad Amsterdam il Real Madrid. Le due coppe dei campioni vinte dal Benfica. Continua a leggere “Il Benfica contro la maledizione”